MI INNAMORO. HO TANTA VOGLIA E TANTA PAURA: PRIMO BACIO E PRIMI RAPPORTI SESSUALI

 

cuore_muralesdi Daniela Moro
Psicologa Psicoterapeuta Consultorio AIED L’Aquila

Spiegare l’innamoramento è un’impresa difficile. Le sensazioni che si provano possono essere comprese solo da chi è stato innamorato/a e il modo in cui si vivono è soggettivo, nonostante vi siano dei tratti comuni e caratteristici. Improvvisamente ci si scopre a pensare continuamente all’altra persona e ci si dimentica di se stessi, delle amicizie e di tutto ciò che accade attorno. Allo sguardo dell’innamorato/a tutto si amplifica e le emozioni esplodono: le mani sudate, la testa tra le nuvole, le farfalle nello stomaco.
La sensazione di gioia può essere intensa quando l’amore è corrisposto; la sofferenza può essere straziante quando non lo è o quando l’amore finisce: in questo caso si prova tristezza, rabbia, frustrazione.
In caso di sofferenza è importante sfogarsi con qualcuno e recuperare i propri interessi e le proprie amicizie; quando non si riesce a farsene una ragione e il dolore sembra insormontabile, è importante chiedere aiuto ad una persona adulta di fiducia o a specialisti/e. Gli amori finiscono, fa parte della vita. Nessuno può prevedere o avere una ricetta per evitarlo. Maturare e crescere vuole anche dire saper accettare i no degli altri, sebbene ciò possa far male.
Con l’innamoramento è possibile avere per la prima volta esperienze fondamentali per la vita relazionale, come il primo bacio e il primo rapporto sessuale.
Il primo bacio rappresenta un traguardo e un primo passo alla scoperta della sessualità. Il primo bacio può capitare all’improvviso o essere sognato e desiderato, ma il momento in cui darlo dovrebbe essere il frutto di una libera scelta. All’inizio i baci non si vivono fino in fondo, soprattutto il primo, perché si deve combattere con l’imbarazzo, la paura di sbagliare e con i tanti dubbi che accompagnano la novità. È importante sapere che non esiste un solo modo di baciare, ognuno sperimenta insieme al/la partner in modo da trovare quello che piace di più.
Come tutte le tappe che riguardano l’amore e la sessualità, ognuno deve trovare il momento giusto, ascoltando le proprie sensazioni nel rispetto di sé e dell’altra persona.
In quest’età, dove il cervello è in piena maturazione e riorganizzazione non è sempre facile capire qual è il momento giusto per vivere queste nuove esperienze. Può quindi succedere di provare un primo bacio “non voluto” fino in fondo. Se ti è successo o ti succederà, niente paura: arriverà il tempo di un primo bacio autentico.
Il primo rapporto sessuale completo è un momento di condivisione dell’intimità, molto profondo.
Spesso si può sentire da una parte la voglia di provarci subito e dall’altra la paura di sbagliare: come ogni nuova esperienza anche quella sessuale suscita sentimenti ed emozioni come curiosità, attrazione, desiderio, ma anche insicurezza, timore e ansia.
La curiosità è stimolata dai racconti degli amici e delle amiche che vivono le prime esperienze, dai messaggi e dalle immagini mediatiche e del mondo virtuale. Allo stesso tempo il corpo in cambiamento dell’adolescente sperimenta delle pulsioni erotiche che stimolano il desiderio e spingono alla scoperta della sessualità.
Contemporaneamente si vivono anche una serie di paure: per i ragazzi quelle di non essere all’altezza o di non riuscire, di non saper usare correttamente un preservativo, per le ragazze la paura di provare dolore, di non potersi fermare se si sente che non è il momento. Per entrambi il timore di mostrarsi nudi, di essere rifiutati, di incorrere in una gravidanza indesiderata o di contrarre una malattia. Quando la prima volta coincide con l’innamoramento, si vive un’esperienza molto coinvolgente caratterizzata da emozioni, sentimenti, sensazioni mai provate, il desiderio di “fondersi” insieme. Tuttavia, non sempre la prima volta e l’innamoramento vanno di pari passo.
È importante rimanere in ascolto di sé e dell’altro/a, rispettare se stessi e l’altra persona, creando delle condizioni per sentirsi a proprio agio. Per entrare in sintonia con il desiderio e il piacere sono molto importanti i preliminari: coccole, parole dolci, sguardi, carezze. Se queste premesse sono rispettate anche le paure passano in secondo piano e possono essere meglio gestite. La prima volta invece può diventare una brutta esperienza quando si è spinti e spinte dalla pressione del partner o del gruppo, intimoriti da un possibile rifiuto o illusi nel pensare di diventare adulti grazie a questo evento. Bisogna quindi ascoltare le proprie sensazioni, aspettare se stessi/e e capire se sia il momento giusto.
DanielaMoroPuò essere del tutto normale, in età adolescenziale, non avvertire ancora nessuna pulsione sessuale o decidere per un qualsiasi motivo, anche di tipo religioso o culturale, di rinviare l’esperienza della prima volta. Ognuno si sviluppa secondo un proprio ritmo ed è importante ascoltarsi e rispettarsi, bisogna infine ricordare che si ha sempre in ogni momento il diritto di dire no!

Bibliografia: L’INCONTRO – Repubblica e Cantone del Ticino. Dipartimento dell’educazione, della cultura e dello sport. © 2015 Divisione della scuola – Ufficio dell’insegnamento medio